E-Commerce Marketing Automation

Cos’è e quali sono i vari tipi di E-commerce Automation e perché utilizzarli.

MARKETING AUTOMATION 2023

 

L’E-COMMERCE MARKETING AUTOMATION consiste nell’utilizzo di procedimenti che ci assicurano determinati funzionamenti senza dover intervenire volta per volta. Risparmiano tempo, risorse e aumentano la Customer Satisfaction.

In poche parole, fanno il lavoro al posto nostro – ma sempre dopo che lo abbiamo fatto noi.

Se ancora non hai un e-Commerce, forse ti conviene cominciare dalle basi.

Spesso si associa l’e-Commerce Automation a un solo tipo di automazione, cioè la newsletter.

Ma oggi scopriremo che, in realtà, le automazioni sono tante, tantissime, e sono fondamentali per avviare strategie di marketing funzionanti online.

Vediamo insieme i vari tipi di Automazioni da poter inserire nel nostro e-Commerce.

  • Segmentazione One-To-One
  • Prodotti raccomandati dinamici
  • Real Time Marketing
  • Cross-selling e Up-selling Dinamico
  • Recupero carrelli abbandonati
  • Email Marketing Personalizzato
  • Chat Bot e Notifiche Push
  • Web Personalization
  • Geomarketing

 

1.SEGMENTAZIONE ONE-TO-ONE

In questo primo capitolo parleremo della segmentazione one-to-one. 

WEB MARKETING ONLINE

La segmentazione avanzata è la prima delle automazioni, ed è allo stesso tempo alla base di ogni buona attività di automazione.

Grazie a essa, possiamo migliorare il rapporto con ciascun segmento del nostro pubblico, senza trascurare nessuna porzione di esso, neanche chi non ha ancora mai acquistato da noi.

Questa preparazione ci apre le porte a un mondo nuovo di metriche e di dati da comparare e intersecare. Vediamo insieme.

 

  • Perché è utile?

La prima informazione che c’è da sapere è che NESSUNA TECNICA DI MARKETING funzionerà per tutto il nostro pubblico. Il marketing di massa è scomparso, o meglio, in tanti lo fanno ma i risultati percepiti sono estremamente meno notevoli rispetto a chi comprende che ogni singolo utente va differenziato.

  • In base a cosa si dividono i segmenti?

Una volta compreso questo, si possono poi raggruppare in alcuni segmenti definiti basati su:

  • Comportamenti di navigazione
  • Cosa visitano sul sito
  • Interessi
  • Clic
  • Acquisti
  • Dati demografici (CAP, browser, IP e altre informazioni)
  • Cosa distingue i visitatori?

Ciò che distingue i visitatori sono:

  • Le RELAZIONI: Il tempo di visita, la quantità di visite, la regolarità degli acquisti: questo determina in che modo gli utenti sono IN RELAZIONE con te
  • La MOTIVAZIONE dell’acquisto, sia in termini d’indecisione sull’acquisto, sia d’intento della ricerca. Qualche visitatore potrebbe infatti star solo raccogliendo informazioni per un eventuale acquisto futuro.
  • Gli INTERESSI: Ogni utente è infatti interessato a una categoria differente.

Hai visto per quante cose si differenziano gli utenti?

È per questo che per ognuno di loro c’è bisogno d’impostare l’attività di marketing in maniera diversa, ed è per questo che l’automazione non può essere sempre la stessa.

 

2. Prodotti Raccomandati Dinamici

La prima reale categoria di automazioni a cui siamo tutti soggetti è quella dei prodotti raccomandati dinamici.
Ogni volta che si apre lo store di Amazon ci pare di sentirci capiti, accolti, come se, entrando nel nostro negozio preferito, non avessimo bisogno di fare più di due passi per trovare già tutto ciò di cui abbiamo bisogno. 

  • Ma perché avviene questo?

Rispetto a tanti altri e-commerce, dove i primi prodotti che ci vengono mostrati sono quelli scelti dai venditori e che abbracciano le esigenze e i desideri di questi ultimi, sul Gigante Amazon sono presenti in homepage diversi prodotti profilati per noi, tutti in qualche modo interessanti o comunque vicini ai nostri precedenti acquisti e ricerche.

AMAZON STORE MARKETING

  • Cosa serve per le raccomandazioni dinamiche?

Ancora una volta, l’attenzione alla profilazione del cliente è fondamentale.

Per fortuna a oggi i prodotti raccomandati dinamici sono facilmente integrabili grazie alla maggior parte dei software di Marketing Automation per e-Commerce.

Spesso vengono utilizzati senza un criterio e senza differenziazione; invece per ogni pagina, segmento e settore è necessario utilizzare strategie e algoritmi differenti: non è sufficiente attivarli e affidarsi a software.

3. REAL TIME MARKETING

Il Real Time Marketing ci permette d’intercettare l’utente nel momento in cui è sul nostro sito per fare comunicazioni e attività in tempo reale, come Up-sell e Cross-Sell sulla base dei suoi comportamenti.

Se è un nuovo utente, grazie al RTM possiamo richiedere la mail per l’iscrizione alla newsletter, proporre un prodotto correlato al suo ultimo acquisto, offrire dei codici coupon e molto altro.

 Vediamo insieme le automazioni di Real Time Marketing.

4. CROSS SELLING E UP SELLING DINAMICO 

CROSS SELLING MARKETING

L’Up-Selling e il Cross-Selling sono automazioni estremamente interessanti per l’aumento non solo degli acquisti, ma anche dello scontrino medio dei clienti.

  • Cosa significa fare Cross-selling?

Fare Cross-selling significa proporre al cliente un prodotto o un servizio complementare a ciò a cui il cliente è interessato o che è in procinto di acquistare.
Il cross-selling è molto utile in quanto aumenta non solo il profitto, ma anche la soddisfazione del cliente relativa all’esperienza di acquisto.

  • E l’Up-selling?

L’Up-selling invece, mira a convincere l’utente a sostituire il prodotto verso cui ha mostrato interesse con uno simile ma più costoso.
Si possono impostare queste attività in maniera dinamica tramite il Marketing Automation segmentandolo su diversi tipi di utenti o di prodotti.

 

5. RECUPERO CARRELLI ABBANDONATI

Il Recupero Carrelli Abbandonati è un’automazione legata alla mail marketing che esiste da tanti anni. 

Molti utenti abbandonano il sito dopo aver aggiunto il prodotto al carrello.

Grazie a una buona strategia personalizzata di e-mail marketing, potremmo riuscire a recuperare questi carrelli fino al 30%, servendoci anche di qualche principio Cialdiniano che richiama alla scarsità del prodotto.

CARELLI ABBANDONATI ECOMMERCE

6. EMAIL MARKETING PERSONALIZZATO E DINAMICO

Spedire la stessa mail a tutti gli utenti non funziona.
Questa è la dura verità.

Gli utenti hanno diversi interessi. Se invii la stessa mail a tutti, molti non saranno in target con quello che gli stai offrendo.

             NEWS ECOMMERCE

Con la mail one-to-one ci assicuriamo che il Target e l’Obiettivo siano sulla stessa linea d’onda.

Esempio:

TARGETING: proprietari di e-Commerce interessati alla crescita della loro attività
QUANDO: 1 volta al mese
OBIETTIVO: far sì che si affidino alla competenza del Team Libellula per il loro e-Commerce

Solo allineando il Targeting all’Obiettivo possiamo far sì che aumentino la rilevanza e i tassi di conversione delle nostre Newsletter, fino anche al +15%.

  • Come si possono leggere correttamente i risultati dell’email marketing?

I risultati riguardanti una buona Newsletter non si leggono solo in termini di fatturato, ma di fidelizzazione dei clienti che, proprio come nell’esempio di Amazon citato prima, si sentono letti e compresi grazie a un’offerta dedicata esclusivamente ai loro interessi.

Così diminuisce anche il tasso di disiscrizione.

Tra le maggiori piattaforme di Email Marketing Automation possiamo citare MailChimp, MailUp e SendinBlue

7. CHAT BOT E NOTIFICHE PUSH

 

Lì dove non arriva la newsletter, arrivano le ChatBot e le Notifiche Push. Come ben saprai, le tue mail promozionali vengono generalmente aperte solo dal 30-40% degli utenti in target. Attraverso questi mezzi, avrai modo di raggiungere molti altri utenti e aumentare le tue probabilità di svolgere lead generation.

 

8. WEB PERSONALIZATION

Sapevi che ogni visitatore può visualizzare un sito web apparentemente differente? Grazie alla web Personalization possiamo modificare grafiche, contenuti, offerte, TUTTO in base alle diverse tipologie di segmenti e di utenti rendendo il tuo marketing altamente rilevante e profittevole.

 

9. GEOMARKETING 

  • A cosa ci serve il Geomarketing?

Questa automazione apre le porte a una moltitudine di attività geo localizzate, come la promozione dei punti vendita, o annunci legati ai visitatori esteri (come la possibilità di spedizioni internazionali) e molto altro.

 

Siamo arrivati alla fine di questo viaggio nel mondo dell’e-Commerce Automation, anche se ci sarebbe ancora tanto da dire.

Ciò che però ci teniamo a ricordare è che lo strumento è sempre uno strumento: per renderlo efficace bisogna utilizzare una strategia. Senza strategia, lo strumento non produrrà mai nulla.

 

 

➤ Se vuoi migliorare le Automation presenti sul tuo sito web, parla con i nostri consulenti!

CONTATTO WA LIBELLULA LAB

Richiedi una consulenza gratuita per la tua Azienda, insieme renderemo eccellente il tuo progetto!


Maggiori informazioni sui segreti dell'e-Commerce Marketing Automation? Compila il Modulo! 👇 

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

DESIDERI IMPLEMENTARE LE MARKETING AUTOMATION SUL TUO E-COMMERCE?

No Problem! Richiedi una consulenza presso la tua Azienda! 

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!