Social commerce: i trend di vendita 2022

Si sente sempre più spesso parlare del social commerce; scopriamo di cosa si tratta con esattezza e come può essere utile per aumentare le vendite online.

social-commerce

Social Commerce: che cos’è

Quando parliamo di social commerce ci riferiamo, in maniera ampia e semplice, alla vendita di prodotti e/o servizi attraverso l’utilizzo dei Social Media aziendali. Più nello specifico, si tratta di portare l’intera esperienza di acquisto dei consumatori direttamente sui Social Media, senza reindirizzarle ad un sito internet esterno o ad altra piattaforma di e-Commerce.

Insomma, il social commerce rappresenta l’unione dei siti di e-Commerce con i profili delle aziende sui Social Media. Tramite un semplice click sui social, l’utente ha la possibilità di aprire una pagina prodotto direttamente dal post, con la possibilità di acquistare immediatamente il prodotto in questione.

Pensiamo ad esempio a Facebook Shops, Shopping su Instagram o le innovazioni della piattaforma WhatsApp Business, a cui è stata aggiunta la funzione “Carrello”. Ciascun social network offre diversi strumenti e funzionalità per promuovere e vendere prodotti online.

Vendite e social: quanto è cambiato il processo d’acquisto?

Lo abbiamo sentito spesso e mai come quest’anno lo abbiamo notato: tutto, dalla conoscenza del brand, all’acquisto e alla fidelizzazione del cliente, avviene ormai sui social. Del resto, qual è l’obiettivo più grande per Zuckerberg, Mayer e resto della truppa? Far sì che le persone restino quanto più tempo possibile sulla loro piattaforma.

L’e-commerce e i vari shop hanno avuto una crescita esponenziale, soprattutto nella famiglia Facebook; manca solo l’opzione del pagamento con carta, ma anche per quella manca davvero poco. Ecco quindi i social commerce trend correlati agli utenti:

  • Il 76% dichiara di completare un acquisto dopo aver visto dei post dei relativi brand
  • Il 52% dei Millenials (i nati tra il 1981 e il 1996) è propenso a comprare online, il 71% dei Baby Boomers (1946-1964) preferisce il negozio fisico
  • Il 39% è più intenzionato all’acquisto se prima riesce a interagire con loro sulla piattaforma stessa
  • L’ 80% dei consumatori ritiene che la velocità, il prezzo, il servizio e l’assistenza clienti siano indispensabili per definire l’esperienza “positiva”.

*fonte Marketing Trends Global Report

Canali di Social Commerce

Prima di decidere quali contenuti promozionali, quale prezzo e quali prodotti vendere online, è necessario individuare il canale giusto per realizzare degli obiettivi aziendali prefissati.

Ciascun social presenta infatti delle caratteristiche strutturali e funzionali differenti. Prima di iniziare a vendere online è necessario porsi tre domande:

  1. qual è il mio target di riferimento (a chi voglio e posso vendere);
  2. quali prodotti posizionare sul mercato social (cosa vendere);
  3. quale piattaforma utilizzare (come vendere).

Essere presente su tutti i canali social potrebbe essere dispersivo, le risorse e il tempo impiegato rischiano infatti di accumularsi inutilmente, senza portare nessun risultato. È necessario investire in canali che sono adeguati per il nostro target.

Fare Social Commerce con Instagram

Nel 2020, erano circa 28 milioni gli italiani in possesso di un account su Instagram, con un tempo medio di collegamento di circa 7 ore al mese ciascuno.

Con un account Instagram Business è possibile taggare prodotti su immagini e video (fino a 5 ), inserire le caratteristiche, il prezzo.

I prodotti inseriti nelle pagine aziendali, se in vendita su Instagram, sono contrassegnati dal simbolo della shopping bag che appare in basso a sinistra su ciascun post.

Quando l’utente tocca un tag o un adesivo, viene reindirizzato alla sua scheda tecnica, dove è presente il prezzo ed il link dove concludere l’acquisto.

Vendere sui Social con Pinterest

Pinterest, a differenza degli altri social network, non è molto concentrato sul creare community intorno ad un brand. Il Social offre una piattaforma di condivisione di contenuti, di scouting di idee, prodotti, immagini, trasformandosi in una naturale area di ricerca e ispirazione in chiave shopping. In Italia, attualmente sono attivi circa 15 milioni di utenti, i quali trascorrono in media un’ora al mese online.

Pinterest, come Instagram Shopping, offre a qualunque account di taggare i prodotti ai post, che su questa piattaforma vengono chiamati “pin”.

Gli utenti possono visualizzare, grazie ai tag, i prodotti in vendita. Come avviene attualmente su Instagram e Facebook, l’acquisto avviene necessariamente nel sito e-commerce esterno linkato dal gestore del canale Pinterest.

Per farsi notare tra i differenti pin è importante raccontare con cura il proprio prodotto stesso, tramite la descrizione, e naturalmente puntare sulla qualità delle immagini pubblicate nel pin.

Per un buon pin prodotto è importante aggiungere il prezzo, il link alla scheda prodotto, la descrizione, la call to action.

Vendere grazie a WhatsApp Business

WhatsApp, la più famosa applicazione di messaggistica, è utilizzata quotidianamente da circa 1.3 miliardi di persone nel mondo. Dal 2018 è attivo anche il servizio di Whatsapp Business, utilizzato unicamente dalle attività commerciali.

Mentre Whatsapp Messenger è utilizzato in forma privata e personale, Whatsapp Business consente di attivare alcune funzionalità che consentono di connettersi direttamente con un numero di telefono fisso. In entrambe le modalità è possibile chattare, vedere e condividere stati ed effettuare telefonate.

Come anticipato, l’account Business offre qualche opzione in più: è possibile scrivere messaggi preimpostati, creare delle etichette per categorizzare le conversazioni e monitorare le statistiche.

Il vantaggio principale del suo utilizzo è quello di poter gestire con maggiore organizzazione gli ordini che possono pervenire tramite WhatsApp dagli utenti, ed instaurare relazioni dirette anche con i clienti meno tecnologici e non presenti sui social network.

C’è inoltre la possibilità di visualizzare il catalogo prodotti (o servizi) e gestire ordini e clienti in maniera più organizzata direttamente via chat, rispetto al più basilare account WhatsApp standard.

Vendere attraverso gli TikTok Shoppable Ads

Gli shoppable ads sono dei filmati che offrono l’accesso diretto ai negozi online dei merchant Shopify, permettendo agli utenti di effettuare gli acquisti senza mai uscire dall’app cinese. I marchi possono creare e gestire le proprie campagne di marketing su TikTok direttamente dalla dashboard di Shopify.

Oltre a permettere ai merchant della piattaforma e-commerce di creare annunci creativi in modo semplice utilizzando gli strumenti intuitivi di TikTok, il servizio offre le seguenti funzionalità:

  • Pixel “1-click”: consente ai venditori Shopify di monitorare le conversioni collegando il proprio TikTok Pixel con un clic;
  • One-Stop-Shop: permette di creare campagne TikTok in un unico posto;
  • Advanced Matching: aiuta ad abbinare meglio gli annunci su TikTok alle conversioni dei negozi online;
  • Credito pubblicitario gratuito: opzione riservata ai merchant che investono per la prima volta sulla piattaforma.

Social commerce: i vantaggi per la tua azienda

I social media continuano ad evolversi e la crescita esplosiva dell’e-commerce quest’anno creerà maggiori opportunità per i marchi di creare esperienze di social commerce. Il social commerce consente ai marchi di creare esperienze di acquisto senza attriti e raggiungere i consumatori nei luoghi che contano. E-commerce e social sono quindi due facce della stessa medaglia, che possono coesistere a patto di capire fin da subito come utilizzare i social media e come l’e-commerce. I principali vantaggi per la tua azienda sono:

  • Permettere di creare delle vere relazioni one-to-one con gli utenti;
  • I tuoi clienti sono già coinvolti nel “social buying” ovvero nel comprare sui social network, quindi conoscono il meccanismo
  • I tuoi “top competitors” stanno già usando una strategia di vendita sui social network o si stanno accingendo ad implementarla!

I social network offrono un nuovo modello di interazione con il proprio pubblico, un modello one-to-one. Dove i clienti riescono ad avere un rapporto esclusivo con l’azienda e con il brand.

Il vecchio modello di vendita, caratterizzato da fredde chiamate, demo di vendita, rapporti distanti e mono-direzionali (l’azienda comunica al cliente, ma il cliente non riesce a comunicare con l’azienda, o se riesce comunque con sforzi che lo fanno desistere), sta cedendo il posto ad un nuovo stile di presentarsi agli utenti. Attraverso i social network, è possibile la vendita di prodotti in modo efficace, grazie proprio al loro modo di mettere in contatto le persone, tra di loro e con i brand.


Maggiori informazioni sulle strategie di Social Commerce da adottare per la tua Azienda? Compila di Modulo! 👇 

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

RICHIEDI INFO SULLE STRATEGIE SOCIAL COMMERCE PER AUMENTARE LE VENDITE DELLA TUA AZIENDA 

Richiedi ora una video call gratuita, compila di Modulo! 👇 

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!