Seo e web marketing 2023

SEO e web marketing: ecco tutte le novità per il 2023

SEO e web marketing: ecco tutte le novità per il 2023

Seo e web marketing 2023

Seo e web marketing stanno diventando sempre più importanti per lo sviluppo e la crescita delle aziende, ecco le maggiori tendenze per il 2023.

Sempre più imprese piccole, medie o grandi si affidano ad agenzie di marketing e comunicazione per aumentare il loro posizionamento nella SERP, risultare primi nei motori di ricerca ed essere scelti dagli utenti.

Il 2023 prevede tante novità in ambito Seo e del web marketing, prima tra tutti il miglioramento e l’implementazione della Seo.

Aumentare i click delle proprie pagine è la strategia migliore affinché veniamo scelti e aumentiamo la nostra credibilità e reputazione.

Prendiamo ad esempio uno studio legale, grazie alla Seo può migliorare il suo posizionamento nel motore di ricerca, essere notato dai clienti e scelto tra i vari competitor.

Importanza della Seo per i professionisti del marketing nel 2023

Ciò che non cambierà nel 2023 è la ricerca da parte delle persone di servizi e informazioni online.

Una presenza digitale online professionale e rispettabile è una componente essenziale per approcciarsi al marketing in modo efficace. 

Il marketing Seo è parte integrante della strategia di marketing di successo di ogni tipo di azienda piccola, media e grande. 

Seo e web marketing: quali sono i loro vantaggi

La Seo è importante per le aziende per i seguenti motivi:

  • La Seo permette al tuo sito web di essere trovato da coloro che hanno bisogno della tua specifica competenza. Nei casi in cui si tratta della ricerca di un medico, le persone possono trovarti facilmente e decidere di recarsi da voi. 
  • Se la tua azienda o studio legale o medico è classificato in alto nelle ricerche, i potenziali clienti/ pazienti ti troveranno più affidabile, perché un posizionamento più elevato nei motori di ricerca aggiunge credibilità. 
  • La Seo ti aiuterà ad acquisire nuovi clienti e aumentare le tue entrate
  • La Seo oltre ad ottimizzare le ricerche sul computer, aumenta anche le ricerche sui dispositivi mobile 
  • La Seo offre un alto tasso di rendimento, è conveniente perché non devi spendere soldi perchè risulti al massimo vantaggiosa. 

Perché è importante la ricerca organica

La ricerca organica, ovvero quella parte della SERP di un motore di ricerca che viene dedicata ai risultati che non derivano da alcuna transazione economica, ma solo mediante un’attività Seo di posizionamento organico, è un generatore primario di traffico sul sito web. 

In un sondaggio HubSpot condotto su 400 singoli analisti del traffico di siti web, gli intervistati hanno riferito che la ricerca organica ha generato più traffico sul sito web rispetto ai post sui social media e agli annunci di ricerca a pagamento.

Il CTR della ricerca organica

Il CTR, click through rate è un tasso che misura l’efficacia di una campagna pubblicitaria online, è un indicatore significativo dell’interesse dell’utente nei confronti del messaggio proposto. È calcolato dal rapporto tra il numero di clic e il numero di impressioni dell’utente. 

Le pagine classificate nelle posizioni 1-7 nei risultati di ricerca organici di Google superano tutte il CTR medio del 3.17% sugli annunci di ricerca a pagamento secondo i dati di Backlinko.

Maggiori entrate nel 2023 grazie alla ricerca organica

Secondo Econsultancy la ricerca organica genererà maggiori entrate per le proprie organizzazioni. La ricerca organica ha influenzato più di un quarto delle entrate della propria organizzazione.Inoltre, un buon rendimento nei risultati di ricerca organici è un indicatore chiave della salute generale di un’azienda. Un team di marketing con maggiori conoscenze in materia di Seo hanno migliori prestazioni e sviluppano maggiori probabilità di disporre una strategia efficiente. 

Una pagina veloce è importante per la Seo e per le vendite

Avere una pagina che sia veloce è importante non solo per la Seo ma anche per le vendite. In un case study di Vodafone è stato riportato che un miglioramento del 31% nell’LCP era legato a un aumento delle vendite dell’8%.

Core Web Vitals, una serie di metriche introdotte da Google nel 2020 e implementate nel 2021, misura tre aspetti chiave dell’esperienza utente: tempo di caricamento, reattività dell’interattività e stabilità visiva.

I siti web con un caricamento lento sono problematici perché:

  • Allontanano i visitatori, ciò si traduce in meno opportunità di convertire quei visitatori in clienti.
  • La velocità di un sito web influisce sulle classifiche di ricerca. Un sito a caricamento lento può posizionarsi più in basso nella Serp.
  • I siti lenti offrono un’esperienza scadente al cliente, ciò porta a bassi livelli di coinvolgimento. 

Seo 2023

Ecco alcune tendenze di marketing per il 2023 

Scoprire quali sono le tendenze di marketing per l’anno nuovo è fondamentale per aiutare la crescita della propria azienda.

1) L’importanza del contenuto

Ogni singola pagina del tuo sito deve essere incentrata sul cliente, ciò che conta per loro è il contenuto, deve contenere informazioni affidabili, dettagliate e appetibili.

I clienti cercano risposte alle loro domande e soluzioni ai loro problemi.

Validi alleati sono i blog, istruiscono e informano, combinando fatti scientificamente supportati con contenuti che informano e intrattengono con voce riconoscibile e amichevole.

L’obiettivo di tutti i bravi web copywriter è quello di intercettare gli utenti nel momento esatto in cui manifestano un bisogno tramite una ricerca. Per farlo ci serviamo di alcuni strumenti: 

Google trends, uno strumento gratuito che ti permette di individuare gli argomenti di tendenza. Fornisce rappresentazioni numeriche e grafiche, organizzando i dati sia in ottica temporale che geografica. 

Seo Editor, è un assistente editoriale con il quale potrai scrivere contenuti SEO-friendly, scoprendo le criticità del tuo contenuto e consigli su come risolverle.

2) Concentrati sull’ esperienza del cliente

Stabilisci attentamente il tuo target, se si tratta di clienti particolarmente informati e istruiti offri loro dei case study e contenuti di leadership di pensiero che vadano oltre i fatti ovvi. 

Per clienti nuovi nella tua nicchia proponi loro blog, video brevi, infografiche che rispondano in modo rapido e chiaro alle loro domande.

Contentsquare è una piattaforma che consente alle aziende di monitorare il comportamento dei clienti online per informare le strategie digitali. Utilizza algoritmi per analizzare le interazioni digitali e generare approfondimenti che aiutano le aziende ad “accedere a una comprensione più profonda” dei propri clienti.

La tecnologia dell’azienda registra le interazioni dell’utente nelle pagine Web e nelle app e le traduce in consigli volti ad aiutare a orientare le decisioni sui contenuti di un’azienda. Utilizzando algoritmi, la piattaforma tenta di scoprire automaticamente le aree per migliorare le entrate e l’esperienza, fornendo metriche e “replay di sessione” che ricostruiscono i passi compiuti dai singoli visitatori sui siti web monitorati da Contentsquare.

3) L’importanza dell’intelligenza artificiale 

Gli strumenti di intelligenza artificiale e apprendimento automatico forniscono ai team di marketing informazioni su chi dovrebbero prendere di mira, come dovrebbero rivolgersi a queste persone e quali sono i desideri e le esigenze del loro mercato di riferimento.

Gli strumenti di intelligenza artificiale e machine learning possono aiutarti a trasformare i click in vendite.

Uniphore fornisce prodotti software conversazionali basati su intelligenza artificiale ad altre società, utilizzate per chattare con i clienti e per motivi di sicurezza. Le sue metriche di crescita sono impressionanti, in quanto la sua base di entrate implicite da cui è cresciuta così rapidamente quest’anno è più ampia di quanto ci aspetteremmo dalle aziende più giovani.

Highspot, è una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale che fornisce a rappresentanti di vendita e professionisti del marketing consigli in tempo reale.

Il software di Highspot analizza varie comunicazioni con potenziali clienti, tra cui presentazioni, case study e video di formazione e dati sulla loro efficacia.

4) Utilizza strumenti di shopping online

Tra i principali cambiamenti nati dalla pandemia abbiamo il crescente comfort dello shopping online, oggi anche il più analfabeta tecnologico ha imparato ad utilizzare il web per qualsiasi acquisto, dai generi alimentari alle forniture per la casa, alla tecnologia. Chi possiede un e-commerce (scopri come aprire un e-commerce, cosa serve e quanto costa) il primo passo da fare è quello di assicurarsi che il il proprio sito sia accessibilissimo: devi concentrarti sulla velocità di caricamento, sulle strutture da ottimizzare per i dispositivi mobili e una facile navigazione con tutte le informazioni pertinenti di cui i tuoi clienti hanno bisogno. Importante è assicurarti di utilizzare i tag immagine, perchè gli acquirenti online trovano prodotti anche attraverso le foto. 

Factfinder è un tool che favorisce la ricerca interna e la navigazione all’interno dei siti di eCommerce, facendo in modo che, anche in caso di errori di digitazione e a prescindere dalla vastità dei prodotti disponibili, i clienti trovino esattamente ciò che desiderano. Si tratta di una soluzione che, ottimizzando la qualità dei dati immagazzinati, consente di offrire una migliore esperienza di ricerca (e dunque di acquisto) ai clienti sul proprio eCommerce.

Adroll è la piattaforma di remarketing leader nel mondo, un must per i retailer che vogliono riconquistare l’attenzione degli utenti che hanno visitato il proprio sito senza però aver finalizzato l’acquisto. Creando una campagna Adroll è possibile aumentare la visibilità di un brand e le possibilità di guadagno ‘seguendo’ gli utenti che hanno visitato almeno una volta il proprio sito e facendo apparire, su Facebook o su altri siti, annunci relativi ai prodotti consultati nello store online.

5) Ottimizza il tuo sito web per ricerche vocali

La ricerca vocale sta diventando sempre più comune grazie soprattutto a dispositivi come Siri, Alexa, Cortana e tutti gli altri aiutanti di intelligenza artificiale a nostra disposizione, e la ricerca vocale diventerà anche più comune nel 2023. Ciò che rende la ricerca vocale così unica è l’utilizzo di parole chiare e semplici e la formulazione di frasi grammaticalmente corrette e più naturali.

Seo e web marketing 2023

Elementi essenziali da possedere per una Seo performante

  • EAT: Ogni pezzo di contenuto – blog, video, social media, pagina web, case study e altro ancora – deve rafforzare, possedere esperienza, autorità e affidabilità.
  • Ricerca vocale: i clienti usano molto la ricerca vocale, dobbiamo pensare a come fanno le domande rispetto a come le digitano. Dobbiamo scrivere i contenuti nel modo in cui parliamo, frasi brevi, linguaggio semplice, evitare il gergo. 
  • Query complesse : Google vuole fornire alle persone tutte le informazioni di cui hanno bisogno su un determinato argomento. Ciò significa che devi andare oltre le informazioni di base ed essere la risorsa di riferimento per il tuo settore e la tua nicchia. Ad esempio, quando scrivi dei tuoi ingredienti, includi i benefici, le fonti, gli studi scientifici, le quantità giornaliere raccomandate e qualsiasi altro dettaglio che aiuti i clienti a prendere decisioni informate.
  • Featured Snippet : le persone si fidano del primo risultato di ricerca organico che vedono, e questo è in genere un Featured Snippet. Per vincere i Featured Snippet, devi creare contenuti che rispondano direttamente ai problemi dei clienti.
  • Core Web Vitals: Google utilizza Core Web Vitals per misurare la qualità del tuo sito web e delle tue pagine web. Concentrati su un’elevata velocità di caricamento della pagina, riducendo al minimo gli annunci pop-up, un sito Web sicuro (HTTPS) e un’esperienza mobile di facile utilizzo.

Quali sono i vantaggi del Seo web marketing?

Seo è uno strumento di marketing vantaggioso che offre ottimi vantaggi ad ogni tipo di azienda, studi medici, legali. Eccone un elenco:

  • Connettersi con tutti i tipi di potenziali clienti 
  • Indirizzare servizi specializzati a una clientela specifica 
  • La tua azienda può essere la scelta migliore per determinati gruppi di clienti.
  • La SEO offre un ritorno sull’investimento maggiore rispetto ai metodi tradizionali di marketing.
  • Gli utenti mobili possono trovare rapidamente i tuoi uffici, aumentando così i potenziali clienti.

La strategia Seo e di web marketing per il 2023 deve essere focalizzata sul cliente

Per creare fedeltà, fiducia, rispetto, accrescere la tua reputazione, il passo più importante e a volte scontato è quello di essere presente per i tuoi clienti, dare loro supporto e le informazioni di cui hanno bisogno. 

Concentrati sulla ricerca dei clienti, conoscenza dell’intento di ricerca, creazione di contenuti di alta qualità.

Se il tuo sito web non è stato costruito nel modo giusto, questo è il momento di agire. Rivolgiti alla nostra agenzia di marketing e comunicazione, effettueremo un controllo del tuo sito web o addirittura una sua completa ricostruzione.

Agenzia di marketing e comunicazione Libellula Lab 4.0

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

VUOI OTTENERE UN'ANALISI COMPLETA DELLA TUA ATTIVITÀ ONLINE?

Richiedi una consulenza gratuita presso la nostra agenzia.

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

ricerca vocale e seo

Ricerca vocale e SEO: Come ottimizzare il tuo sito web

Ricerca vocale e SEO: Come ottimizzare il tuo sito web 

La ricerca vocale sfrutta il riconoscimento vocale per effettuare ricerche online, è diventata un elemento importante ai fini della Seo. 

 

ricerca vocale e seoLa ricerca vocale è un servizio di ricerca a riconoscimento vocale fornito da Google, grazie al quale possiamo impartire comandi a voce per ricevere informazioni.

È diventata una tendenza digitale che non rallenta, guarda al futuro grazie ai progressi dell’intelligenza artificiale .

Google voice Search è un servizio introdotto per la prima volta nell’agosto del 2008 con il nome di Voice Action. 

Nel maggio del 2018 il riconoscimento vocale è diventato più preciso, ciò permette agli utenti di sentirsi a proprio agio nell’utilizzo di comandi vocali. 

Ad oggi i comandi vocali sono utilizzati per i comandi di base come l’avvio di un’app, per effettuare una chiamata, raggiungere un luogo con il navigatore.

Negli ultimi tempi la ricerca vocale di Google sta diventando un elemento importantissimo ai fini della Seo, grazie alle ricerche su internet fatte da mobile. 

Oramai ogni persona che ha il cellulare in mano preferisce parlare piuttosto che scrivere.

Proprio per andare incontro alle comodità della gente e l’ottimizzazione del sito, la Seo per la ricerca vocale è compatibile con la Seo tradizionale e se fatta bene consentirà di portare traffico al proprio sito.

Uno degli aspetti che rendono la ricerca vocale il futuro delle interazioni di ricerca è la facilità d’uso.

Secondo Google Insights i motivi per i quali le persone utilizzano i comandi vocali sono i seguenti:

  • Accesso istantaneo a informazioni
  • Multitasking
  • Interazioni più veloci
  • Efficienza costante 

Le parole chiave per la ricerca vocale 

Che sia Seo tradizionale o Seo per la ricerca vocale, alla base c’è sempre la ricerca delle parole chiave.     

Le parole chiave giocano un ruolo importante nella ricerca vocale, le richieste tendono ad essere più lunghe, più specifiche e più descrittive. Ciò avrà un effetto sui contenuti, poiché a seconda di come sono strutturati, sarà possibile rispondere in modo accurato e tempestivo alle esigenze degli utenti.

Molti sono gli strumenti che possiamo utilizzare per trovare le parole chiave, eccone alcuni:

  • Also Asked, un tool free che aiuta a capire cosa cercano le persone in rete, in particolare quelle che stanno utilizzando la ricerca vocale.
  • Seozen, è una piattaforma che consente di sfruttare il filtro keyword di domanda dello strumento di ricerca parole chiave. 

Dopo aver individuato la lista di parole chiave dobbiamo cercare altre query tra loro correlate. 

Come posizionare le parole chiave nella ricerca vocale

Di fondamentale importanza per le attività locali come bar, ristoranti, farmacie è posizionare le parole chiave nelle ricerche vocali. 

I diversi motori di ricerca offrono una risposta alle diverse domande, per questo motivo, questi tipi di ricerche sono più legati a problemi di geolocalizzazione

Ecco alcuni passaggi da rispettare per essere ai primi posti rispetto alla concorrenza:

  • Modificare la ricerca per parole chiave
  • Avere contenuti di facile lettura
  • Avere il proprio brand su Google My Business
  • Creare una pagina di FAQ
  • Controllare la velocità di caricamento del sito

Caratteristiche delle parole chiave per la ricerca vocale

Le parole chiave cambiano con la ricerca vocale rispetto alla classica ricerca digitale con keywords. Nella ricerca digitale si puntava all’inserimento di poche parole chiave caratterizzate da ciò che si stava cercando, con la ricerca vocale, invece, le query vengono formulate in modo più naturale. 

Le query diventano chiare e circostanziate e le risposte alle query devono essere ancora più precise e rapide perché l’utente medio delle ricerche vocali non ha il tempo e la voglia di attendere risultati poco dettagliati. 

Parole che si usano con la ricerca vocale

Definire le parole chiave più adatte per la ricerca vocale non è sempre semplice. 

Possiamo definire con certezza l’obiettivo al quale devono mirare i seo e le aziende che si ottimizzano per la ricerca vocale: la posizione zero di Google. Si tratta del primo risultato proposto dal motore di ricerca a fronte di una query di ricerca attivata dall’utente. 

Nella maggior parte dei casi gli utenti non visualizzano altri risultati dal proprio smartphone se non quello in posizione zero. Per conquistare questo posto occorre che i contenuti proposti dal sito e dalla specifica pagina siano in linea con quanto richiesto dal cliente. Per riuscire a raggiungere un buon posizionamento bisogna creare sul proprio sito una sezione di faq che contenga le principali parole chiave.  

Seo per ricerca vocale

Come ottimizzare il sito web per la ricerca vocale

Le aziende devono includere le query di ricerca vocale come parte del loro piano di ottimizzazione Seo in quanto la ricerca vocale è utilizzata sui dispositivi mobili da persone che sono alla ricerca di informazioni specifiche su aziende. 

Il passaggio successivo alla ricerca delle parole chiave è quello di capire come ottimizzare il sito per la ricerca vocale.

  • Spostare il proprio sito su HTTPS,
  • Ottimizzare il sito per la posizione zero
  • Ottimizzare il sito per la ricerca locale

Passare ad HTTPS

L’HTTPS, Hypertext Transfer Protocol Secure, è la versione sicura del protocollo di trasferimento di dati tra server Hyper Transfer Protocol, noto come HTTP.

Un sito che utilizza un protocollo HTTPS, rende la navigazione sul web sicura.

Infatti, dopo la ricerca delle query il secondo step è proprio quello di spostare il proprio sito su HTTPS. 

Come ottimizzare il sito per la posizione zero

Per posizione zero si intende un risultato di ricerca mostrato in cima agli altri risultati della SERP, in quanto il sistema di Google lo ha individuato come la migliore risposta alla domanda formulata dall’utente. 

Google, per adattarsi alla ricerca vocale, ha cambiato la maniera in cui mostra i risultati nella SERP. Si tratta della migliore risposta alle pagine che vengono mostrate nella posizione zero, rispondono a domande formulate con “cosa, come, chi, quando”; forniscono una risposta breve; il contenuto è utilizzato per punti o elenchi.

Come ottimizzare il sito per la ricerca locale 

La Seo locale è il posizionamento geolocalizzato di un sito web su un motore di ricerca. Molte delle domande vocali sono di natura locale “dove si trova il bar, il ristorante etc. Anche in questo caso il primo passo consiste nel trovare le parole chiave giuste, dobbiamo sempre chiederci quali termini userebbero i potenziali clienti vicini alla nostra azienda. 

Dopo aver trovato le parole chiave giuste, dobbiamo inserirle nei punti strategici del nostro sito, dobbiamo tenere sempre aggiornate le informazioni della nostra azienda sulla pagina dedicata ai contatti, in particolare: nome dell’attività, indirizzo, numero di telefono, orari di apertura.

Se vuoi ottimizzare il tuo sito web per la ricerca vocale, affidati alla nostra “Agenzia di Comunicazione di Napoli”, miglioreremo il tuo posizionamento nella SERP grazie alla nostra professionalità, competenza e pluriennale esperienza.

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

VUOI OTTIMIZZARE IL TUO SITO WEB PER LA RICERCA VOCALE?

Richiedi una consulenza gratuita presso la nostra agenzia.

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

Personal Branding Azienda

Che cos’è il Self Branding: come costruirne uno di successo

Che cos’è il Self Branding: come costruirne uno di successo

Personal Branding Azienda

Il Self Branding o Personal Branding è una tecnica di costruzione e valorizzazione della propria immagine, utilizzata per sviluppare i nostri successi, la nostra carriera e reputazione. 

Il Self Branding noto anche come personal branding è una tecnica che consiste nel valorizzare la propria immagine, promuovendo tutto ciò che riguarda se stessi, partendo dalla propria personalità fino ad arrivare alla propria attività.

Va ad amplificare il concetto di se stessi, in particolare le proprie inclinazioni, i propri successi, la propria carriera, le proprie doti artistiche e professionali. 

É il processo che l’individuo utilizza per creare un brand unico, sponsorizzando la propria immagine, i propri valori che andranno a creare una propria reputazione.

Il Self Branding è una tendenza sempre più in espansione non solo tra le celebrità, ma anche nelle aziende e tra le persone comuni.

Soprattutto nei contesti lavorativi è necessario distinguersi per promuovere se stessi e differenziarsi dalla massa, il self branding è quella attività che mette in risalto i propri valori. 

Affinché tutto questo possa accadere è necessario differenziarci utilizzando le nostre skill più importanti che possono essere: doti comunicative, capacità pratiche e da non sottovalutare un’attenta analisi introspettiva per scavare sui nostri punti di forza e sulle nostre debolezze. 

Un pò di storia sul Self Branding 

Il termine Self Branding è stato reso noto dallo scrittore americano Tom Peters,tramite il suo articolo “The Brand Called You” pubblicato nel 1997.

Non fu Peters a coniare questo termine per la prima volta, ma la sua pubblicazione creò un passaparola diffondendo questo concetto.

Lo scrittore americano fu il primo a intuire che ognuno di noi è responsabile di se stesso, di come appare agli altri e di come si presenta, proprio come fa un brand. 

Peters ha trovato molte approvazioni in merito alla definizione di personal branding. Sostenuto successivamente da molti, tra i primi fautori troviamo Alison Hearn, docente della University of Western Ontario, con un suo articolo pubblicato sul Journal of Consumer Culture nel 2008 ha scritto: 

“Esso implica la costruzione autoconsapevole di una meta-narrazione e di una meta-immagine di sé attraverso l’uso di significati culturali e immagini tratti dai codici narrativi e visivi delle industrie culturali tradizionali. La funzione del Self Branding è puramente retorica. Il suo obiettivo è produrre valore culturale e, potenzialmente, profitto materiale”.

Self Branding, come migliorare la propria reputazione

A cosa serve il Self Branding

Fare Self Branding è importante per costruirsi una propria immagine, che vada a valorizzarci, differenziarci e potenziarci in ambito lavorativo e sociale.

Il primo step da seguire è quello di trovare ciò che ci distingua dagli altri e ci renda vincenti su tutto ciò che sappiamo fare meglio, spazzando via la concorrenza.

Dobbiamo scegliere un ruolo, una attività per le quali siamo in grado di confrontarci e competere con la concorrenza.

Le strategie di Self Branding si attuano attraverso la promozione di se stessi, con lo scopo di farsi apprezzare da una specifica comunità di persone.

Per attuare una efficace strategia di self branding è necessario concentrarsi sulla comunicazione e promozione di noi stessi attraverso canali social quali: Instagram, Facebook, Twitter, blog personali. 

Prima dell’arrivo dei social questo non era possibile, gli unici strumenti che avevamo per presentarci agli altri erano biglietti da visita e curriculum vitae. Ora che il mondo è in piena evoluzione soprattutto quello della comunicazione, i social media hanno assunto un ruolo rilevante per promuovere se stessi, soprattutto quando si sta cercando lavoro, ti consentono di spiccare tra i numerosi candidati che concorrono per la stessa posizione e catturare l’attenzione dei recruiter, per queste finalità il social più importante è Linkedin.

Fare personal branding su Linkedin

Linkedin Personal branding è la promozione di sé come professionista sull’omonimo social media. 

É la prima piattaforma professionale in Italia con l’obiettivo di collegare gli esperti di tutto il mondo e di ogni settore. 

A fine 2021 Linkedin ha compiuto 10 anni con 690 milioni di iscritti in tutto il mondo, l’Italia conta oggi 16 milioni di utenti.

Linkedin è in forte crescita e per questo abbiamo una grande opportunità per farci conoscere dai recruiter ed emergere nel mercato del lavoro. Inoltre, abbiamo la possibilità di creare una rete di contatti con cui condividere contenuti, storie e approfondimenti vari legati al proprio mestiere. 

Aprirsi un account Linkedin non si riduce alla mera pubblicazione del proprio curriculum vitae, ma è molto di più, attraverso questo social media abbiamo la possibilità di crearci una nostra reputazione digitale con una pagina dettagliata che parli di noi, del nostro potenziale, dei nostri interessi, di ciò che ci rende unici. 

Per fare un buon Linkedin Personal Branding bisogna seguire alcuni punti:

  • Trovare il proprio target
  • Creare un profilo di valore
  • Costruirsi il proprio Network 

Come trovare il proprio target 

Per trovare il proprio target di riferimento la prima cosa da fare è partire da noi stessi, dobbiamo individuare i nostri valori vincenti, i nostri interessi, mettere in risalto tutti i nostri punti di forza, conoscenze e competenze specifiche. 

Dopo aver svolto questo lavoro introspettivo dobbiamo capire quale professionista possa trarre valore dalle nostre pubblicazioni e restare colpito da noi. Dopo aver individuato il nostro pubblico dobbiamo studiarci come comunicare, scegliere il tone of voice più adatto, perchè a seconda se ci rivolgiamo a manager, studenti, professionisti vari, esigono modalità diverse su come trattare i contenuti.

Come creare un profilo vincente 

Per costruirsi un’ottima reputazione su Linkedin bisogna partire dal proprio profilo, il quale deve essere completo e ottimizzato, ciò ti permetterà di essere indicizzato nei motori di ricerca e di essere subito trovato da chi ti sta cercando.

  • Avere una foto profilo professionale e una di copertina
  • Scrivere un sommario conciso e incisivo
  • Compilare il proprio percorso accademico e professionale
  • Scrivere e condividere post con costanza
  • Aumentare le visualizzazioni dei tuoi post grazie a opzioni di “consiglia, commenta, condividi”

Creare il proprio network 

Per ampliare il tuo network inizia a seguire leader di aziende, guru, tutte quelle persone che per te sono fonte di ispirazione, ma anche testate giornalistiche, molte altre fonti da cui trarre notizie. Collegati con i tuoi vecchi amici di università.

Self Branding attraverso i social media

Altri social per fare self branding 

Oltre a Linkedin, il nostro self branding o personal branding possiamo curarlo utilizzando altri social network quali: Twitter, Instagram, YouTube.

  • Twitter: per usarlo in maniera efficace è necessario pubblicare più volte al giorno, partecipare alle conversazioni sugli argomenti del momento, è un modo utile per chi deve comunicare molto spesso argomenti e avere un rapporto diretto con la propria rete. 
  • Instagram: è ideale non solo per gli influencer e celebrità, ma anche per gente comune che vuole mostrare le proprie passioni e la propria quotidianità.
  • Facebook: è uno dei primi social ad essere consultato quando qualcuno vuole fare ricerche su di te o sul tuo brand, resta utile per sviluppare la tua rete di contatti sia personali che professionali. 
  • Youtube: è utilizzato per mostrare agli utenti come fare cose, dare consigli, il tutto viene fatto in maniera interessante e più coinvolgente rispetto a un semplice post. Se usato bene questo social può essere un ottimo strumento per fare personal branding.

Alcuni esempi di self branding 

Sono in molti gli esempi che possiamo riportare di personaggi famosi che sfruttano le pratiche del Self Branding.

Tra le tante celebrità spiccano Cristiano Ronaldo, noto calciatore professionista portoghese, che ha creato il suo brand noto come CR7.

Dopo essersi affermato a livello internazionale come calciatore, attraverso una perfetta strategia di self branding, CR7 è diventata una multinazionale dal valore di 280 milioni di dollari, abbracciando settori che vanno dall’abbigliamento, prodotti da intimo, accessori per scarpe, hotel, museo e molto altro. 

Donald Trump, imprenditore e politico, che attraverso un’attenta cura della propria immagine, il self branding ha contribuito alla sua elezione come Presidente degli Stati Uniti D’America. 

Altri esempi di self branding riguardano Kim Kardashian, diventata una celebrità per il solo fatto di far parlare molto di se stessa in qualsiasi occasione glamour e nel mondo dei social.

A questa lista non possiamo non citare l’uragano Chiara Ferragni, la nota imprenditrice e influencer italiana che partendo dal suo blog “The Blonde Salad” ha conquistato un’ampia community, diventando nota a livello mondiale. Grazie all’utilizzo dei social in maniera intelligente, unita alla sua forte personalità, passione e bravura per la moda ha costruito il proprio personal branding forte e vincente. 

Affinché vogliamo costruirci un nostro Personal Branding dobbiamo lavorare su noi stessi, sulla nostra immagine, sui nostri valori e sulla nostra reputazione, solo così possiamo avere un self branding forte. 

Se vuoi costruire o migliorare il tuo self branding, svilupperemo per te una strategia per valorizzare le tue capacità e renderle note attraverso i social media, contattaci qui:

“Agenzia di Comunicazione di Napoli”

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!

VUOI COSTRUIRE O MIGLIORARE IL TUO SELF BRANDING?

Richiedi una consulenza gratuita presso la nostra agenzia.

Nome
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo indirizzo di posta elettronica
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Azienda
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il tuo numero di telefono
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Facci domande ...
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!
Il campo è obbligatiorio!