100 anni di Bauhaus, le origini del design contemporaneo

Il 2019 è un anno di festa per il design in tutto il mondo.

La Bauhaus, scuola di architettura, arte e design, punto di riferimento di ogni movimento d’innovazione sorto durante il XX secolo, compie 100 anni ed è grande festa a Berlino e nel cuore di ogni designer in ogni angolo del pianeta. La famosa scuola fondata dall’architetto Walter Gropious nel 1919, che assieme a Le Corbusier, Frank Lloyd Wright, Alvar Aalto e Ludwig Mies van der Rohe, è ricordato come uno dei maestri del Movimento Moderno in architettura, oggi continua a fornire importanti stimoli per risolvere questioni attuali.

Il termine Bauhaus richiamava la parola medievale Bauhütte, indicante la loggia dei muratori, quindi una volta ancora è stata la massoneria a ispirare in forma diretta o indiretta gli schemi e le tendenze che hanno cambiato il corso della storia della tecnologia e cultura, le luci che hanno determinato i passi avanti della nostra società.

Questa grande impresa iniziata da Gropious ha coinvolto i più importanti accademici ideatori e custodi dell’avanguardia della prima metà del secolo XX, studiosi della proporzione, della creatività al servizio della funzione, costituendosi come la culla dell’intramontabile design moderno e lasciando una forte impronta in tutto ciò che ci circonda.

In occasione del centenario della Bauhaus brand famosi e gruppi di creativi si sono sbizzarriti omaggiando gli iconici tratti rivoluzionari di Gropious: è il caso del progetto “Haus work” ideato dalla piattaforma internazionale “99designs”, in cui simboli e marchi come Netflix, Adidas, Apple, Google, Lego, ecc., sono stati rielaborati in stile Bauhaus. Anche Google non è stato da meno, col suo doodle ad hoc.

 

Non ci resta che assistere a questa importante celebrazione perciò, cari designer, vi abbiamo preparato un elenco con alcuni dei più importanti che si terranno a Berlino e in giro per il mondo:

BAUHAUS IMAGINISTA — SAN PAOLO / BERLINO

dal 15 marzo al 10 giugno 2019.

bauhaus-imaginista.org

 

TRIENNALE DER MODERNE — WEIMAR, DESSAU, BERLINO

Dal 16 settembre 2019 al 13 ottobre 2019

triennale-der-moderne.de

 

NUOVO MUSEO DEL BAUHAUS — DESSAU

8 settembre 2019

bauhaus-dessau.de

 

BAUHAUS ORIGINAL — BERLINO

6 settembre 2019 – 27 gennaio 2020

berlinischegalerie.de

 

PIONEERS OF A NEW WORLD — ROTTERDAM

Dal 9 febbraio 2019 al 26 maggio 2019

boijmans.pr.co.

 

WHERE IS THE TYPOGRAPHIC DEVELOPMENT GOING? — BERLINO

Dal 30 agosto al 15 settembre 2019

smb.museum

 

GRAND TOUR OF MODERNITY — GERMANIA

Il programma completo su
grandtourdermoderne.de

[edgtf_separator class_name="" type="normal" position="center" color="" border_style="" width="" thickness="" top_margin="" bottom_margin=""]

Sayrel Silva
Art Director

 


Fare social media marketing nel 2019: funziona ancora?

Social media management, social editing, social advertising... se le pronunci per tre volte appare Zuckerberg nel tuo pc! Scherziamo, o meglio ci piacerebbe, così potremmo chiedergli come fare a sfruttare Facebook&co. per vendere, vendere e solo vendere. In realtà la maniera c'è, ma passa per un complesso discorso di relazione, fidelizzazione, uso dei contenuti giusti, scelta di una strategia, allocazione del budget... insomma un bel po' di roba di marketing.

Spesso viene chiesto agli addetti ai lavori di questo settore se è veramente necessario integrare una strategia social nella più ampia strategia di marketing, in parole povere se Facebook e Instagram servono ancora a vendere o se sono mai serviti a questo scopo. La risposta è chiaramente: sì, lo fanno ancora e lo hanno sempre fatto. Ma non in modo convenzionale, diretto, click&buy (clicca e acquista, in pratica).

Perché sì, esistono degli strumenti che ti consentono di acquistare con un click, ma questa fase è solo il punto d'arrivo di un percorso più lungo, articolato in diversi step che portano l'utente a diventare cliente. Vuoi saperne di più? Partiamo dalle basi.

Social media marketing: cos'è?

Il social media marketing (conosciuto anche con l’acronimo smm) è quell'insieme di strategie di marketing pensate su misura per le piattaforme social, attraverso cui aziende e brand mirano a promuovere i propri prodotti o servizi, raggiungere nuovi clienti o coinvolgere di più quelli attuali e, non ultimo, costruire e diffondere la propria immagine e i propri valori.

Gli obiettivi della social media strategy sono dunque molteplici: fare brand awareness, fidelizzare i propri clienti creando una community, facendo customer care, intrattenere, informare e infine… vendere. Tutto dipende dalla tipologia del tuo business. Ad ogni business un obiettivo e per ogni obiettivo c’è una strategia e uno strumento social ad hoc.

Perché affidarsi ad un'agenzia di comunicazione

Essere presente attraverso i Social Media è diventata quindi una necessità imprescindibile per un’azienda. Bisogna essere lì dove sono i tuoi clienti e non c’è luogo più popolato del web. Ma fare marketing sui social in maniera efficace vuol dire una sola cosa: affidarsi ad una Web Agency in grado di pianificare e sviluppare strategie di Social Media Marketing personalizzate, con strumenti e tecnologie all'avanguardia. Mai improvvisarsi! Perché una manciata di likes non farà certo crescere il tuo business.

Ottimizza la tua web reputation

Una seria agenzia di comunicazione, dopo un’attenta analisi del settore, dei trend topics e delle caratteristiche del target, individua per ogni azienda i canali e gli strumenti migliori per promuoversi, raccontarsi e dialogare con i propri clienti, costruendo un rapporto di fiducia, affinché la presenza online del tuo brand non sia solo d’immagine ma garantisca risultati concreti e misurabili.

Content is King

I social sono un luogo di relazioni e le relazioni, si sa, non nascono in un attimo. Ci vuole costanza, pazienza e… tanta sostanza. Non devi solo esserci ma avere qualcosa da dire e, soprattutto, dirlo per bene (se non alla grande). Altrimenti gli utenti ti abbandonano e cambiano compagnia. Per questo la punta di diamante di una buona strategia è la scelta del contenuto giusto, del tone of voice adeguato, del ritmo e dei tempi che riescono ad imprimere il tuo messaggio per bene nella testa dei consumatori.

Ogni Social Network ha potenzialità e linguaggi differenti: un social media manager lo sa bene, per questo studia strategie di content editing specifiche per ciascuna piattaforma (Facebook, Linkedin, Pinterest, Instragram, Google My Business ecc.).

I social network ieri e oggi: cosa è cambiato?

Ma come siamo arrivati a tutto ciò? Facciamo un piccolo passo indietro: "Correva l'anno 2004 e uno studente di Harvard creò un social network per un progetto universitario..." no, ancora più indietro. I social network esistono da quando esiste Internet.  Ciò che non è chiaro a tutti è che c'è stato un momento in cui questi sono diventati dei veri e propri Paid Media (dei canali pubblicitari a pagamento).

Nati come luogo digitale per connettersi con la propria cerchia di conoscenti (o trovarne di nuovi) i social network agli albori erano più una sorta di vetrina della nostra vita, della nostra personalità, delle nostre relazioni. Un luogo dove raccontare agli altri la migliore versione di sé, un’enorme banca dati in cui confluiscono non solo i nostri dati anagrafici ma tutti i nostri interessi, le nostre passioni e desideri.

Tutto questo potenziale, naturalmente, non è passato inosservato. Gli interlocutori del tuo brand si trovano sui social network, è li che parlano di te, ti cercano ed è li che tu devi essere. Il vantaggio di fare pubblicità sui social è sotto gli occhi di tutti: puoi raggiungere il tuo pubblico specifico in tempo reale ottimizzando i costi e massimizzando i risultati. Ci stai ancora pensando?